Come Eva nacque da una costola di Adamo (ma voi ci credete?) questo blog nasce da un desiderio di Speedy...dare una prospettiva dei suoi luoghi e di quel che c'è intorno!
Volete vedere cosa combina Speedy Creativa tutti giorni??
www.speedycreativa.com dovete seguire!!

giovedì 14 agosto 2014

Dalla Valcuvia alla Valtravaglia con temporale compreso!

Questa estate ci ha proprio annoiato con tutti questi temporali!! Così appena esce un attimo di sole, proviamo a scappare dall’afa e a salire un pochino per respirare un po’d’arietta…

Così ho pensato di andare fino a Sant’Antonio di Castelveccana, partendo dalla Valcuvia e scendendo dalla Valtravaglia.

Da Cassano andiamo a Casalzuigno e prendiamo la strada che porta ad Arcumeggia,il  “paese dipinto” dove tantissime case mostrano bellissimi affreschi.

20140812_154520

Ma oggi non ci fermiamo ad ammirarli, faccio una foto al volo dalla strada e andiamo in su.

20140812_154644

La strada è stretta e piena di curve, come tutte quelle che salgono sulle montagne qui intorno, meglio andare adagio anche se ci chiediamo se faremo in tempo ad arrivare prima del prossimo acquazzone!!

DSCN3252

Eccoci in località Sant’Antonio, dove c’è una bella chiesina e si gode di un panorama stupendo sul lago Maggiore: oggi è un po’ offuscato, bisogna accontentarsi…

DSCN3244DSCN3248

Oltre la chiesetta, hanno restaurato la locanda, trasformandola in un B&B-

DSCN3258

DSCN3253

La chiesa è piccola e un po’ trascurata , ma ha il suo fascino…rustico!

DSCN3260

DSCN3259

Su un muro ci sono due affreschi di Sant’Antonio, si parla di Sant’Antonio Abate, protettore degli animali, o, come si dice dalle nostre parti “Sant’Antoni del purscell” (Sant’Antonio del porcello) come la piccola statua dietro l’altare lo rappresenta, proprio con un maialino ai suoi piedi.

DSCN3271

“Sant’Antoni del purscell el sunava ul campanell, ‘l campanel al sona puù, Sant’Antoni al sa scunduu, sa scunduu in du na caséta per salvà la sua barbeta!!” Questa filastrocca me l’ha insegnata il nonno quand’ero una bambina…

DSCN3265

Semplice ma evocativa, la chiesetta ci ospita mentre, come da previsione si scatena l’acquazzone previsto…

DSCN3273DSCN3268

Per fortuna dura poco e riprendiamo la strada, da Sant’Antonio c’è un incrocio, una strada porta a Vararo e al passo del Cuvignone per ridiscendere verso Cittiglio, l’altra al paesino di San Michele per scendere verso Brissago, ma noi prendiamo quella che scende verso Castelveccana in Valtravaglia.

DSCN3278

Durante la discesa si vede sulla montagna di fronte la cascata della Froda che fa un bel salto nella valle, quasi 100metri!

DSCN3282

C’è un sentiero segnalato che porta alla cascata, mi piacerebbe proprio andarci, ma oggi il tempo non è proprio adatto, ci ritorneremo…

DSCN3296

Arrivati alla fine della discesa, mi sono intestardita nel voler cercare un’altra strada che portasse verso le cascate passando dalla frazione di Nasca, meno male che ho insistito!!Mentre eravamo fermi tentando di orientarci, Sara ha visto su un albero un uccello, evidentemente un rapace, proprio lì a pochi metri posato su un ramo…

DSCN3293

Mi sono scatenata con la macchina fotografica, prima che volasse via: pare, da pareri di esperti, che si tratti di un falco pecchiaiolo giovane e particolarmente chiaro, una varietà detta “poiana del miele” ( European honey buzzard)

DSCN3289

Non mi è mai capitata una fortuna del genere, ancora non riesco a crederci!

DSCN3297

Ritorniamo verso Luino, dopo che il falco, disturbato da tanta attenzione se n’è volato via con tutta calma e passiamo da Brezzo di Bedero, qui è d’obbligo un fermata per una foto dal belvedere, uno dei più belli di questa zona.

DSCN3300

Il temporale continua a girarci intorno, meglio andare, ma anche una giornata così variabile ha la sua bellezza!! Magari anche di più di una splendida giornata di sole…o almeno così dissero i nostri per consolarsi di questo periodo incredibilmente piovoso!

Nessun commento:

Posta un commento